ZWEIG DI CAITLIN HUNTER

Qualche giorno fa girovagavo per Instagram e mi sono imbattuta nella foto del bellissimo modello di Caitlin Hunter, Zweig

Me ne sono subito innamorata ed ho deciso che presto ne confezionerò uno per me con un filato che tingerò appositamente.
Ed ecco quindi che ho pensato anche a voi ed ho già creato tre diversi kit: uno è….

yummy sally

….. il secondo….

Montana

… ed il terzo….

Arizona

Chissà che presto non ne arrivino altri!! Io terrei ben d’occhio il negozio.
(Mentre scegli, fai attenzione anche al tipo di filato di base, oltre che al colore. Alcuni sono in merino single, altri in merito 4ply)

Ah! Quasi dimenticavo! Ho già chiesto a Caitlin l’autorizzazione alla traduzione in italiano delle spiegazioni del modello e lei, gentilissima!, me l’ha accordata.
Il documento è già pronto per chi me lo chiederà dopo aver acquistato il kit ed il modello originale, in inglese, via Ravelry.

Le matasse dell’avvento

Mi piace il Natale. Mi piacciono l’atmosfera, i colori e i regali. Mi piace organizzare la festa e pensare bene alle persone che amo per trovare per loro il regalo perfetto.
Proprio perché mi piace tutto così tanto e vorrei che durasse il più possibile, amo organizzare ed inventare il calendario dell’avvento.
E con cosa potrei organizzarlo se non con la lana che amo tanto? Ecco perché quest’anno ho pensato ad un calendario dell’avvento incentrato proprio sulle nostre amate matasse e, se vorrai, potrai approfittarne anche tu.
L’ispirazione mi è arrivata dalla Corona dell’Avvento, tradizione diffusa soprattutto nel Nord Europa.

L’usanza consiste nel creare una corona con rami di conifere sulla quale, ciascuna delle 4 domeniche antecedenti il Natale (d’Avvento, appunto) si appoggia una candela accesa.

corona dell'avvento

Ad ogni candela, poi, corrisponde un particolare significato: la prima candela rappresenta la Speranza; la seconda candela rappresenta la Pace; la terza candela rappresenta la Gioia; la quarta candela rappresenta l’Amore.

Quello che trovo manchi a questa tradizione rispetto al calendario dell’avvento a cui normalmente siamo abituati, è l’effetto sorpresa che si ha quando si apre lo sportellino per scoprire il regalino del giorno.

calendario-dellavvento2E’ pensando a tutto questo che ho creato il mio progetto “Matasse dell’Avvento”.

Per ciascuna “corona” ho confezionato una scatola con all’interno 4 pacchetti diversi, uno per ciascuna domenica di avvento.

Ogni domenica, dunque, si aprirà un pacchetto che nasconde una sorpresa “lanosa”.Un modo morbido e colorato per ingannare l’attesa del Natale.

Ogni scatola contiene:
  • domenica 3 dicembre: 1 matassa di 100% superwash merino – spessore DK (100 gr/250 mt);
  • domenica 10 dicembre: 1 matassa di 95% superwash merino/5% silver stellina – spessore fingering (100 gr/366 mt);
  • domenica 17 dicembre: 5 mini matassine di 100% superwash merino (20 gr cad.);
  • domenica 24 dicembre: 1 matassa di spessore lace a sorpresa tra 80% superwash bluefaced Leicester merino/20% seta oppure 100% merino superwash (100 gr/800 mt).

Ma di quali colori, ti chiederai. Sorpresa!

Ho preparato kit di matasse di colori ed abbinamenti diversi. Di ogni abbinamento ti darò un’immagine con qualche indizio. Per vedere i colori reali, non resterà che aspettare la domenica giusta.
CORONA-AVVENTO_animazioneTi va di fare questo gioco insieme a me? Vai a cercare la corona più adatta a te nel

Ah… dimenticavo! In ogni scatola ho nascosto qualche piccola sorpresina per te, oltre ai filati!

SANTA CLAUS IS COMING TO TOWN

Ho una collega, in ufficio, che ogni giorno mi ricorda quanto manca a Natale.
Oggi mi ha detto: “Buongiorno. Siamo a -73”

Quello che lei non sa è che già da diverse settimane, quando esco dall’ufficio, sto lavorando su un progetto per Natale che mi impegna molto.

20171001_184736

Con due complici fidate stiamo cercando di pensare ad ogni piccolo particolare, ad ogni dettaglio…

20170924_153511

…. ed ora che siamo agli sgoccioli e che mancano soltanto gli ultimi ritocchi… l’agitazione sale.

Lunedì 16 ottobre sarà il grande giorno.
Siete curiosi di sapere cosa ci siamo inventate?

Non vi resta che continuare a seguirmi!

20170924_160614

Ci vediamo lunedì e buon fine settimana!

Grazie a tutti!

Lo scorso fine settimana sono stata a Caraglio (CN) per la manifestazione Di Filo In Filo.

Vorrei ringraziare gli organizzatori dell’evento e tutti quelli che sono passati a trovarmi.
E’ sempre molto bello incontrarvi di persona e conoscere le vostre opinioni in merito a filati, colori e modelli.

IMG_4448

Ogni volta porto a casa con me qualcosa di nuovo da pensare, studiare, imparare.

Grazie ancora a tutti!

IMG_4430

E grazie anche a Matteo del B&B Dolce Caraglio per la consueta gentilezza e smisurata disponibilità.

LA MIA PRIMA VOLTA

Ricordo come se fosse ieri la prima volta che ho deciso di organizzare un viaggio per scoprire e comprare nuovi filati.

bancarella

 

Era il mese di settembre del 2010.
Avevo sentito parlare di questa mostra mercato in Germania, vicino a Monaco, nelle stesse date in cui si teneva il ben più famoso Oktoberfest.
Non è stato difficile convincere Francesco, mio marito, a partire. E’ bastato nominare birra, brezel e crauti ed il gioco era fatto!
Io avrei accompagnato lui alla festa della birra, lui avrebbe accompagnato me alla fiera dei filati. Quid pro quo.

Franco

 

Abbiamo passato giorni bellissimi vagando per la Germania e scoprendo posti che non conoscevamo.

landscape

 

Ed è proprio qui che io ho incontrato Woollmeise di persona. Un sacco di volte avevo provato ad acquistare matasse sul suo sito, ma senza riuscirci perché sparivano in un attimo. Ed è grazie a Claudia che ho scoperto la tintura indipendente, la tintura naturale, gli shop update e così via. Fino ad arrivare a quello che io stessa faccio oggi.

gazebo

SHOP UPDATE IN ARRIVO

Manca pochissimo, ormai.
Il prossimo 29 settembre partirà l’evento che ogni knitter che si rispetti non può sottovalutare: il Westknits Mystery Kal 2017.

Ma questo già lo sapevi.

Quello che ancora non puoi sapere, però, è che anch’io ho deciso di dare il mio tocco di colore a questo vero e proprio evento.

Ho creato, esclusivamente per questa occasione, 7 (sette!) kit unici ed irripetibili.
Unici perché ciascuno è diverso nei colori e nelle sfumature (ogni matassa è stata tinta singolarmente. E’ impossibile averne due identiche!).

Irripetibili perché non ho intenzione di tingerne altri uguali.

Ogni kit è composto da: 3 matasse da 100 gr/365 mt di superwash merino single + 5 mini matasse da 20 gr/80 mt di superwash merino 4ply.

Il solo modo possibile per aggiudicarsi uno di questi pezzi unici è tramite lo shop online.

Domani, martedì 19 settembre, alle ore 21:00, pubblicherò lì un aggiornamento con tutti i kit disponibili, dove rimarranno fino ad esaurimento.

Quanto, quanti e quali, dipenderà da voi.

Note tecniche importanti: I kit sono già pronti, non modificabili, né personalizzabili.

La partenza delle spedizioni è garantita entro le 24 ore successive al pagamento, via corriere.

Hai già bloccato la tua agenda?

 

DALLA PEZZA AI CALZINI

Mi piace tingere, ma amo anche dipingere.
Ecco perché cerco sempre di sbizzarrirmi quando ho tra le mani una bella pezza di filato doppio. La copro di immagini, sfumature, colori che ricreino l’effetto finale che vorrei dare ai capi finiti, quando cerco di immaginarmeli.
Tempo fa avevo in mano una di queste pezze non tinte di filato doppio 100% merino superwash ed ho pensato che sarebbe stata perfetta per un paio di calzini identici, un po’ speciali.
IMG_1790
Ho deciso quindi di creare due strisce di colore sul lato lungo: una variegata con colori accesi ed una in tinta unita con un colore un po’ più scuro. Ecco il risultato:
IMG_2112
Mi è piaciuta fin da subito! E’ proprio così che volevo venisse.
E a quanto pare anche a Sylvie  è piaciuta perché l’ha acquistata sul negozio per farne un paio di bellissimi calzini a cui ha aggiunto un tocco di giallo.
21244624_10214294858073382_2017762456_n (1)
Ed infine…. eccoli qui! Due calzini perfettamente identici, a righe. Proprio come li avrei voluti per me! Non sono bellissimi?
IMG_3971
Merci bien Sylvie!!

PRONTI…. PARTENZA…

Foto credits marcotogni.it

No, le foto che vedete non sono mie, le ho trovate in internet. Spero, però, di potervene mostrare presto di scattate da me.

Sì, perché sto per partire nuovamente. Questa volta andrò in Thailandia. Per riposare, ma anche e soprattutto per vedere, imparare, conoscere e trovare ispirazione. Nuovi posti, una cultura diversa, tantissimi colori!

Occhi di Giraffa
Foto credits occhidigiraffa.com

Porterò con me una valigia vuota che spero di riempire di stoffe colorate (vi ho già raccontato dei nuovi capi di abbagliamento che sto cucendo? Ma questa è un’altra storia) e, non si sa mai, anche qualche nuovo filato.

E a proposito di valigia… Indovinate un po’ qual è la prima che ho preparato? Quella della maglia, ovviamente! Ci ho messo dentro almeno tre progetti iniziati e che vorrei finire. Ferri e gomitolo per un progetto di piccole dimensioni da portare sempre con me ed un set di matasse scelte ad hoc per un progetto tutto da iniziare. Non sia mai che io rimanga senza nulla da lavorare sui ferri!

Per favore, ditemi che non sono sola e che anche voi lo fate ogni volta, prima di partire. Cosa vi portate di solito?

viviTravels
Foto credits vivitravels.com

Ci ritroviamo il 20 luglio, data in cui riaprirò il negozio. Nel frattempo, mentre io mi riempio gli occhi di nuovi colori, voi pensate e fatemi sapere cosa vi piacerebbe ritrovare al mio rientro.

Arrivederci a tutti!

untitled
Questa foto invece è mia

LE MIE FORTUNE

Sono una persona fortunata. Lo so e ne ho la prova tutti i giorni.

Una delle mie più grandi fortune sono le belle persone che conosco.
Una di queste è Claudia che, tra mille altri aiuti, mi ha appena regalato la grafica delle mie nuovissime etichette.

Le avete già viste? Ricevute? A me piacciono davvero un sacco!

Grazie infinite Claudia!

IMG-20170615-WA0000

CHI HA PAURA DI COMPRARE ONLINE?

Mi capita spesso che qualcuno, incontrandomi di persona, mi rivolga la domanda: “Ma tu non hai un negozio dove posso vedere e toccare le tue matasse?”
La risposta è sempre la stessa: “No”. Ed il motivo è uno soltanto: vorrei cercare di tenere i prezzi al pubblico più bassi possibile.

Da che ho cominciato a lavorare a maglia, diversi anni fa ormai, sono sempre stata molto esigente per quanto riguarda le materie prime. Per me non è sufficiente che una lana sia morbida; deve essere di ottima qualità, composta da un’alta percentuale di materiale naturale (non prendo neanche in considerazione filati che contengono più del 25% di materiale sintetico), ben ritorta, che “prenda bene” il colore e che lo mantenga dopo la tintura e che non si modifichi in robustezza dopo il lavaggio.
Per ultimo, ma sicuramente non meno importante, mi assicuro sempre che le aziende produttrici garantiscano un trattamento rispettoso di animali e territorio durante tutto il processo produttivo.

Come per me è ovvio, tutto questo mi garantisce ottimi prodotti, ma anche prezzi, seppur competitivi, leggermente più alti. La qualità si paga, ormai lo sanno anche i muri! Ed ecco spiegato il motivo per cui, se decidessi di affidarmi a rivenditori intermedi, sarei costretta ad aumentare il prezzo al pubblico dei filati.

A chi, ancora, ha dubbi e titubanze sulla qualità di ciò che potrebbe acquistare nel mio negozio mi sento di dire: “Provateci! Sono certa che non rimarrete delusi!” Magari potrà capitare che il colore non sia esattamente identico a quello che vedete sul vostro schermo, ma l’esperienza di lavorare il filato sarà talmente motivante che non tarderete ad innamorarvene senza riserve.

Vi aspetto in negozio!